Moschetto Carcano 91 mod. 38 TS cal. 7,92×57 JS matr. 8371

690,00

Per l'acquisto di questo Articolo Richiedi Informazioni

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo messaggio

    Disponibile

    Categoria:
    Descrizione

    Descrizione

    La trasformazione delle armi modello 91 in calibro 7,92, cominciò, ad opera dei tedeschi, nel 1945. Fu scelta la ditta Heinrich Krieghoff di Klagenfurt (Austria) che trasformò, in tre mesi, presumibilmente 15.000 armi riconoscibili per il marchio HK apposto sulla  culatta. Tali armi furono distribuite nello stesso anno ad unità civili, di polizia e ai reparti di seconda linea stanziati nel sud e nord Tirolo. I fucili nel potente 8×57 js sono immediatamente riconoscibili per il vitone di rinforzo atto a supportare le forti pressioni esercitate durante lo sparo, posto nella cassa dietro il traversino. Quello che proponiamo e di produzione del dopoguerra. Sulla canna è presente ancora la scritta RE (Regio Esercito) ad indicare la produzione nell’arsenale di Terni nel 1941(XIX dell’Era Fascista). Si carica con una lastrina, a differenza del bellico che era monocolpo. La produzione italiana post-bellica fu effettuata dalla FNA di Brescia nei primi anni ’50. Si aggiunse un secondo vitone di rinforzo, collocato in prossimità dell’impugnatura del calcio. Sulla manetta dell’otturatore e sulla culatta è stampata la lettera “S” che indica l’utilizzo della palla “spitzer” (appuntita). Per questo lotto di armi da destinare al mercato arabo e precisamente alla R.A.U. (Repubbliche Arabe Unite) furono usati il moschetto modello 38 e moschetto modello 38 TS. La trasformazione F.N.A. Brescia, in base al campo matricolare, è quantificata  in circa 10.000 unità. Pezzo interessante e ideale per collezione a tema.