Pistola Beretta mod. 1951 cal. 7,65 Parabellum matr. 04338

Ritorna al Catalogo



€ 470,00

Splendide condizioni per questa ormai non comune pistola Beretta mod. 1951. E’ particolare anche la storia che risale al giugno 1963 anno in cui l’Armeria Ravizza di Milano chiese alla Beretta di fabbricare la 1951 in calibro 7,65 parabellum. Nella risposta del 24 giugno la Beretta dichiarava che “quanto offerto è di nostro interesse”; lo stesso Carlo Ravizza si recò in visita a Gardone nel settembre, per constatare lo stato dei lavori. Di fatto le prime 1951 italiane furono tutte vendute a questa storica armeria (fondata nel 1861) con la quale la Beretta aveva sempre avuto rapporti privilegiati. La nuova pistola era del tutto simile a quella proibita, tranne per il calibro 7,65 para riportato, peraltro, nella rullatura sul carrello e in un secondo tempo sul caricatore. La prima arma, con la matricola 1001 fu caricata sul registro di produzione il 2 settembre 1963 e partì per Milano il successivo 19 novembre: l’ultima di questo primo lotto, la 2933, risulta inserita sul registro l’11 novembre dello stesso anno. Le 1951 sono caratterizzate da una finitura particolarmente curata e dalla matricola riportata sul fusto, sul carrello e sulla canna. Il successo di vendite portò alla realizzazione di un secondo lotto la cui produzione iniziò il 1° luglio 1968, riprendendo con la matricola 2934 la precedente numerazione. L’ultima prodotta porta il numero 5459 e uscì dalla fabbrica nel 1972. La finitura di queste pistole risulta leggermente inferiore a quella delle precedenti e anche la matricola è riportata solo sul fusto. Fu modificata anche l’esecuzione delle fresature di presa del carrello, che passarono da 33 a 30. L’arma che proponiamo è del secondo lotto bancato a Gardone nel 1971. Canna, meccanica e azione sono ottime, praticamente è priva di segni di utilizzo. Calibro 7,65 parabellum.

 

Categoria: .