Revolver semiautomatico Webley Fosbery mod. 1903 (small grip) cal. 455 mat. 532

Ritorna al Catalogo



La Webley-Fosbery Self-Cocking Automatic Revolver (Revolver Webley-Fosbery automatico auto-armante) è una revolver progettato da George Vincent Fosbery e prodotto dalla Webley & Scott dal 1901 al 1919. L’arma è riconoscibile grazie al tamburo con scalanature a zig-zag. Per contrastare la diffusione delle pistole semiautomatiche il colonnello Fosbery (1832–1907) ideò un revolver che, armando il cane, ruotava il tamburo facendo indietreggiare l’insieme canna-tamburo-castello superiore sul castello inferiore. Il primo prototipo fu ricavato da una Colt Single Action Army modificato. L’arma venne brevettata il 16 agosto 1895, e i successivi miglioramenti in giugno e ottobre del 1896. Presentò il suo modello alla P. Webley & Son di Birmingham (dal 1897 Webley & Scott Revolver and Arms Co.), la principale casa produttrice di revolver per l’esercito inglese, e produttrice di armi civili. Il modello, ulteriormente sviluppato, fu presentato ai tornei di tiro a Bisley nel luglio del 1900. Fu inizialmente prodotta in calibro .455 (ordinanza dell’esercito inglese), e più tardi in.38 ACP. La versione in.455 ha un cilindro da 6 colpi, mentre la versione calibro.38 aveva un cilindro da 8 colpi. Per uso civile la Webley-Fosbery era popolare con i praticanti di tiro a segno. Era disponibile in varie configurazioni standard con canne da 191 mm, 152 mm e 102 mm, ed era anche producibile su richiesta (si poteva avere anche con rigatura Metford). L’arma poteva anche essere acquistata con una conversione in calibro.22  (un tamburo ridotto e una canna da inserire nella canna prodotto dalla Parker-Hale). La Webley-Fosbery non fu mai ufficialmente presa in dotazione come pistola d’ordinanza ma ebbe comunque un servizio limitato durante la Guerra Boera, e nella Prima guerra mondiale, dove alcuni modelli acquistati privatamente venivano usati da ufficiali ed aviatori in calibro .455. La costruzione dell’arma non andò oltre la prima guerra mondiale, con una produzione di circa 4750 pezzi, che rimasero in parte invenduti, e venne tenuta in catalogo fino al 1939. Questa che presentiamo, in stato di conservato e con una matricola molto bassa (532), è meccanicamente in ordine con una canna molto bella. Originale in ogni sua componente presenta (brunitura originale e guancette monomatricola) presenta i normali segni del tempo. Un pezzo veramente raro, molto ambito collezionisticamente, attende Vero cultore. Calibro .455.

 

Categorie: , .